SEZIONE C-C

SEZIONE E-E

SEZIONE A-A

SEZIONE D-D

Rilievo

Rilievo

La conoscenza approfondita dei luoghi d’intervento sia essi interni che esterni.

Progetto

Progetto

Il rilievo trasposto dalla carta al “cad”, ossia un programma di disegno computerizzato, sarà il punto di partenza per verificare le idee e graficizzarle.

Computo metrico

Computo metrico

La contabilizzazione delle lavorazioni a farsi e dei materiali impiegati secondo le quantità calcolate ed estrapolate dalla progettazione.

DALL’IDEA ALLA MATERIA.

Inizia la fase ideativa che inevitabilmente si sviluppa in tre momenti basilari e tutti propedeutici all’apertura di un cantiere, qualsiasi sia la natura dell’intervento. Il rilievo, il progetto ed il computo metrico.
Il primo step è la conoscenza approfondita dei luoghi d’intervento sia essi interni che esterni, pertanto i rilievi saranno metrici, con l’ausilio di tutti gli strumenti elettronici e non, fotografici ma anche di acquisizione degli aspetti al contorno quali l’illuminazione naturale, l’orientamento, l’esposizione e di tutti quei dati ambientali necessari alla conoscenza dei luoghi.
Ma il luogo da trasformare è anche fatto di aspetti tecnologici al contorno pertanto saranno rilevate tutte le impiantistiche esistenti ed anche gli aspetti costruttivi e strutturali per avere chiaro dove eventualmente intervenire secondo quello che sarà dettato dallo step successivo.

RILIEVO, PROGETTAZIONE, COMPUTO METRICO.

Rilievo

Ed ora al lavoro!

Inizia la fase ideativa che inevitabilmente si sviluppa in tre momenti basilari e tutti propedeutici all’apertura di un cantiere, qualsiasi sia la natura dell’intervento. Il rilievo, il progetto ed il computo metrico.

Il primo step è la conoscenza approfondita dei luoghi d’intervento sia essi interni che esterni, pertanto i rilievi saranno metrici, con l’ausilio di tutti gli strumenti elettronici e non, fotografici ma anche di acquisizione degli aspetti al contorno quali l’illuminazione naturale, l’orientamento, l’esposizione e di tutti quei dati ambientali necessari alla conoscenza dei luoghi.

Ma il luogo da trasformare è anche fatto di aspetti tecnologici al contorno pertanto saranno rilevate tutte le impiantistiche esistenti ed anche gli aspetti costruttivi e strutturali per avere chiaro dove eventualmente interviene secondo quello che sarà dettato dallo step successivo.

Progettazione

Infatti una volta acquisiti tutti gli elementi di cui sopra e dopo una approfondita, scrupolosa e intensa chiacchierata con il cliente, che ci permetta di capire gli obiettivi, i gusti, la fantasia e soprattutto la voglia di trasformare o migliorare facendosi guidare dalla nostra professionalità, inizia il nostro lavoro cosiddetto “a tavolino”. Infatti i primi approcci progettuali li affronteremo discutendo fra di noi e con il cliente davanti ad un foglio bianco che poco a poco si coprirà di segni, simboli e idee che prenderanno piano piano forma: appunto come dicevamo all’inizio” dall’idea alla materia”.

Il rilievo di prima, trasposto dalla carta al “cad”, più semplicemente un programma di disegno computerizzato, sarà il punto di partenza per verificare le idee e graficizzarle. Un progetto si leggerà attraverso piante, sezioni prospetti in scala diversa ma anche e principalmente in viste 3d dette rendering

Il rendering è una restituzione grafica tridimensionale foto realistica di un oggetto o di una architettura (progettata o rilevata) per capire ed apprezzare meglio quello che il nostro progetto e la vostra idea diventerà. Le forme, materializzate con i colori e le luci, ci permetteranno di valutare tutte le sfumature e le alternative possibili.

La fase di progettazione ovviamente sarà divisa in due sub-step: quella cosiddetta di massima e quella esecutiva. Nella prima le idee saranno discusse su carta, verificate, modificate riproposte in altre varianti o sfumature, mentre nella seconda le idee che saranno state acquisite, ed avranno preso forma definitiva saranno trasformate in informazioni esecutive, che saranno lette da coloro che materialmente daranno forma e sostanza al progetto: gli esecutori in cantiere. Oltre alla progettazione architettonica ci sarà anche quella impiantistica, di decoro e se prevista quella strutturale di intervento su parti esistenti o create ex novo.

Computo metrico

Conseguenza del progetto esecutivo sarà la redazione di un computo metrico ovvero una contabilizzazione delle lavorazioni a farsi e dei materiali impiegati secondo le quantità calcolate ed estrapolate dalla progettazione. Questo darà a tutta la fase intellettiva che stiamo descrivendo un peso economico e realistico sul costo di quello che insieme a voi abbiamo pensato di fare e che ci stiamo preparando a far diventare una realtà.

Contattaci per un sopralluogo completamente gratuito e senza impegno.

 

PREVENTIVO